CONTATTI

infopersitoGzz

  1 comment for “CONTATTI

  1. ENRICO TRONCIA
    3 marzo 2018 at 10:44 pm

    Tramatza 28 febbraio 2018
    I lavoratori dipendenti dalle Associazioni Provinciali Allevatori della Sardegna, si sono riuniti a Tramatza per fare il punto della situazione venutasi a determinare a seguito della inqualificabile decisione di licenziare 13 lavoratori che da decenni svolgono un insostituibile lavoro a favore degli allevatori della Sardegna. Le OOSS dei lavoratori, considerano fuori da ogni logica l’atteggiamento tenuto dai Commissari che hanno tenuto all’oscuro i lavoratori circa il progetto di riorganizzazione dell’attività delle Associazioni Provinciali, che sembra si basi essenzialmente sulla riduzione dei posti di lavoro.
    L’ arroganza dimostrata con l’atto del licenziamento qualifica coloro i quali hanno assunto la decisione che dimostra, ancora di più, quanta poca importanza si dia ad un servizio fondamentale quale quello che viene prestato da qualificatissimi dipendenti che hanno sempre svolto il loro lavoro con professionalità e dedizione e nonostante molti di loro non percepiscano gli stipendi da parecchi mesi.
    Pensare che, a prescindere dai finanziamenti pubblici sia nazionali che regionali, le APA possano agire con logiche di vecchio stampo licenziando lavoratori senza un minimo di responsabilità sociale e in spregio alle più elementari regole del diritto del lavoro, denota una certa miopia che fa il paio con l’idea che certe organizzazioni di categoria hanno dello stesso mondo che vorrebbero rappresentare.
    Infatti, mentre da una parte, queste manifestano denunciando l’inefficienza della politica che non favorirebbe lo sviluppo delle aziende agricole, dall’altra destrutturano un servizio fondamentale che negli anni ha fatto diventare il comparto allevatoriale sardo un ‘eccellenza a livello nazionale; tutto ciò avviene nonostante le attività svolte dalle APA per conto di AIA, siano finanziate dal ministero dell’agricoltura e dalla Giunta Regionale Sarda.
    Per queste ragioni, il sindacato non può accettare che le criticità che vive il comparto siano scaricate tutte sul lavoro, come se i lavoratori fossero i responsabili del fallimento delle APA; mentre, sappiamo bene, che nella gestione di enti e associazioni che ruotano attorno al comparto agricolo e allevatoriale, ci sono delle responsabilità che vanno ricercate in quelle Associazioni di categoria che quasi ininterrottamente hanno gestito con metodi poco efficienti queste strutture oggi considerate sull’orlo del fallimento.
    Su questi aspetti, la politica deve battere un colpo persuadendo i Commissari che la via del confronto, del dialogo e della responsabilità è la strada maestra.
    Poiché non sono state accolte le richieste di bloccare i licenziamenti e avviare un confronto con le OOSS dei lavoratori coinvolti, le scriventi si vedono costrette a proclamare, a partire dal 1 marzo 2018, lo sciopero di tutti i lavoratori dipendenti, con la conseguente sospensione di tutte le attività comprese quella preparatoria agli eventi fieristici. Fin d’ora viene indetta una manifestazione regionale dei lavoratori da tenersi a Cagliari il giorno martedì 13 marzo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*