Dicembre Teatrale: di Gigi Tatti la migliore opera

Ennesimo riconoscimento  per Gigi Tatti che con la sua commedia “Sa scala bianca” rappresentata in scena dal gruppo “Su Fazzoni” fa suo il primo posto, quale miglior opera, nella 30^ edizione del Dicembre Teatrale Guspinese tenutosi nel periodo prenatalizio a Guspini. Curata nell’organizzazione dalla Filodrammatica Guspinese e il patrocinio del Comune di Guspini sono state undici le compagnie teatrali presenti, tra le più conosciute e affermate in Sardegna, che salite sul palco del cine-teatro Murgia hanno preso parte a questa rassegna regionale divenuta nel corso degli anni grazie alla sempre maggiore qualità delle rappresentazioni proposte imprescindibile punto di riferimento nel panorama etnico sardo.

“Un morto che sale sulla scala bianca che lo porterà in cielo, che ascolta quello che la gente da vivo non è riuscita o non ha voluto dirgli, con scoperte che mai avrebbe immaginato. Quello che succede sempre quando uno non c’è più. Ma l’anima ascolta e commenta a voce alta, con riflessioni su quello che ha lasciato e anche perso” Questo in sintesi l’intrigante e accattivante trama dell’opera  che ruota attorno alla figura di “Checco Cuccas” morto improvvisamente d’infarto ma subito entrato nelle grazie di San Pietro che viene autorizzato per due sole ore (di grandi risate) al privilegio di poter assistere in prima persona, invisibile, ai commenti di parenti, conoscenti e… “spasimanti” di “donna Severa”,  vedova “Cuccas”, rimasta in terra ma alquanto debole a certe avances. Grande la soddisfazione per Gigi Tatti che con questo riconoscimento bissa quello ottenuto sempre con Sa scala Bianca qualche anno fa a Pirri e quello ottenuto da Giampaolo Atzori quale miglior attore protagonista  alla 13^ Rassegna Teatrale del Medio Campidano tenutosi qualche mese fa a Serramanna. Per l’autore Gigi Tatti da sempre impegnato a portare avanti la valorizzazione del teatro e della espressione linguistica sarda e vincitore di importanti premi di letteratura sarda  come quelli di Ozieri, Montanaru, Logudoro, San Sperate, Dolianova Oniferi, Ittireddu, Ieurzu Samugheo e Ittiri  un palmares dunque che si arricchisce sempre più. Dell’autore ricordiamo anche altre splendide rappresentazioni quali: “Certus in familia”, “Sa musca cuaddia”, “Sa bella maladia”, “S’arrega tuvura”,”Sa domu de sa stria” e “Contus e christionis”. Sa scala bianca: regia e voce fuori campo Gigi Tatti, tecnico audio e suoni Carlo Cansella. Con: Giampaolo Atzori, Viviana Onnis, Caterina Pinna,Rita Carreras, Paolo

Gianni Vacca

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*