Fusione tra i Consorzi di Bonifica del Sud Sardegna

Oltre cento lavoratori e rappresentanti sindacali del nuovo Consorzio di Bonifica della Sardegna Meridionale hanno partecipato oggi all’assemblea, organizzata nella sede dell’Ente in agro di San Sperate, a cui ha preso parte l’assessore dell’Agricoltura, Pier Luigi Caria, e la commissaria straordinaria, Maria Giuseppina Cireddu. Al centro del confronto la prossima fusione tra i Consorzi di Bonifica della Sardegna Meridionale, del Basso Sulcis e del Cixerri, che darà la luce al Consorzio più grande d’Italia. Si è poi affrontato il tema del turn over del personale e i percorsi di stabilizzazione che possano dare certezze ai tanti lavoratori avventizi che da 27, 28 anni lavorano 8 mesi a stagione senza tutele e garanzie previste invece per i colleghi contrattualizzati a tempo indeterminato.

Al contempo si è parlato degli operatori a tempo determinato che, sulla scala dei diritti e delle certezze, sono quelli più indifesi e precarizzati. Numerosi gli interventi e le domande provenienti dal pubblico che hanno aiutato a far maggior chiarezza sul futuro del nascente Consorzio di Bonifica, con servizi da erogare agli agricoltori e alte professionalità da garantire e da trasmettere ai lavoratori più giovani da parte di chi sta per andare in pensione. Un clima sereno e pacato ha accompagnato l’assemblea dove l’assessore ha ribadito la fiducia riposta sulla commissaria ricordando il difficile lavoro di accorpamento che da alcuni mesi sta portando avanti su input specifico della Giunta Pigliaru che, proprio la scorsa settimana, le ha  rinnovato l’incarico.

 L’assessore. “Dopo aver studiato il report di fusione e letto le diverse email che mi avete inviato ho subito accolto l’invito ad incontrarvi di persona per capire di prima mano come state vivendo questo momento e come la politica può agire al meglio per accompagnare il cambiamento che vi vede tutti coinvolti. La situazione attuale andava riformata e appena conclusa la fusione daremo avvio alle elezioni per il rinnovo delle rappresentanze di governo del nuovo Consorzio di Bonifica”. Così Pier Luigi Caria rivolgendosi ai tanti presenti. “Non mi aspettavo una partecipazione così numerosa – ha aggiunto l’assessore –, questo dimostra come il futuro del Consorzio vi stia tanto a cuore. Siamo all’80% del percorso di fusione, manca l’ultimo miglio dove dobbiamo ottimizzare ancora di più le grandi professionalità che ci lavorano. Il valore delle aziende – ha concluso il titolare dell’Agricoltura – è dato dalle persone e da quello che queste sanno fare. Il vero valore aggiunto del nuovo Consorzio di Bonifica sono certo sarà il suo personale altamente specializzato e capace di dare la giusta assistenza e le risposte necessarie ai tanti agricoltori che assistono ogni giorno in campagna”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*