Gemellaggio tra il museo Villa Abbas e di Pernik

PrintWhatsAppTwitter

Un ponte ideale fra Sardara e la città bulgara di Pernik, vecchio centro minerario carbonifero con oltre 110.000 abitanti, grazie a un progetto realizzato dal circolo dei sardi “Sardica”, con sede a Sofia. Un gemellaggio che accoglie il paese delle terme di Santa Mariaquas fra le tante città dell’Isola che godono di interscambi culturali con la Bulgaria.

1 gemellaggio  A dare il benvenuto istituzionale di Pernik alla delegazione sarda, il sindaco Viara Zerovska, il suo vice Tzvetelina Kovacheva, la segretaria generale Radoslava Manova e la responsabile delle relazioni esterne Anelia Slavova.

2 gemellaggio  A rappresentare Sardara c’era il vicesindaco Ercole Melis, il consigliere delegato ai beni culturali Roberto Ibba, il direttore del museo Giuseppe Garau. Presenti il consigliere Paolo Armosini e Alessandro Calia, vice presidente del circolo Sardica, anima dell’iniziativa. «Al termine della cerimonia- spiegano dall’associazione di emigrati – dopo gli interventi dei convenuti, dove si è evidenziata una comunità di intenti per quanto riguarda la cultura, le tecnologie in campo agricolo e artigianale, finalizzate a un interscambio prossimo futuro tra la realtà sarda e quella bulgara, in particolare per la valorizzazione dei loro musei, ha fatto seguito una visita al Museo di Pernik». La delegazione è stata ricevuta nella sede dell’ambasciata, dal console italiano Emanuele Pollio che ha ribadito l’interesse per gli eventi che vedono protagoniste l’Italia e la Bulgaria.

Santina Ravì

PrintWhatsAppTwitter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*