Grande adesione alla Giornata mondiale del rene

Grande adesione alla Giornata mondiale del rene a San Gavino Monreale. Un’equipe “tutta in rosa” ha accolto i cittadini nella sede della Pro loco in piazza Resistenza per l’iniziativa organizzata dalla Ats Assl Sanluri rivolta alla popolazione. A metà mattina già una quarantina di persone aveva affollato la sala della struttura per sottoporsi allo screening. Guidati dalla responsabile Chiara Cadoni, medici e infermieri dell’Unità operativa di Nefrologia e dialisi dell’ospedale di San Gavino hanno aperto le porte della struttura cittadina per svolgere l’attività di screening: visita clinica generale, misurazione della pressione arteriosa, peso, altezza e un esame urine con stick. La semplice esecuzione di questi due test consente di rilevare, oltre che la presenza o meno d’ipertensione, anche alcune alterazioni urinarie che possono essere il primo segnale di una malattia renale.  Tante donne, dai quaranta anni in su, ma anche molti uomini, la maggior parte over 65, si sono messi in fila per sottoporsi al check up gratuito offerto dell’equipe di Nefrologia e dialisi. Anche Antonio Onnis, direttore della Ats – Assl Sanluri, si è sottoposto al controllo. 

 L’evento, che punta i riflettori sulla prevenzione delle malattie renali e mira ad aumentare la consapevolezza su una maggiore cura dei reni, è anche l’occasione per celebrare la giornata della donna. Molte malattie renali rimangono silenti e senza sintomi per anni, i loro effetti si rivelano solo molto tardivamente quando ormai la malattia è nella fase avanzata. Negli ultimi due decenni il numero dei pazienti che iniziano la dialisi è raddoppiato e continua ad aumentare soprattutto per le persone con età superiore a 65 anni, con diabete e ipertensione. Una diagnosi precoce consente cure immediate e più efficaci in modo da rallentare la progressione verso la forma di malattia renale cronica. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*