I benefici della dieta mediterranea

Dott. Andrea Vacca

Da oggi inizierà una nuova rubrica dedicata alla Nutrizione nella speranza che sia di vostro gradimento e stimolerà la vostra curiosità. Potete consultare il sito www.studioagiemme.it per altre curiosità e aggiornamenti. Inizierò il cammino insieme a voi parlando della dieta mediterranea.

Nel 2010 l’Organizzazione delle Nazioni Unite per l’Educazione, la Scienza e la Cultura ha proclamato la Dieta Mediterranea patrimonio immateriale culturale dell’umanità.

La corretta alimentazione è la base per condurre una vita in salute. La dieta mediterranea è uno stile di vita che tutti noi dovremmo seguire. Non è solo cibo e alimentazione corretta ma è anche attività fisica, conservazione e preparazione del cibo, rispetto del territorio consumando prodotti di stagione e locali a km zero, come frutta, ortaggi, legumi, uova (fonte di vitamine, minerali, antiossidanti, fibre solubili, carboidrati complessi e proteine) e cereali (pane, pasta, orzo, avena, farro), tutti fondamentali per la nostra salute, valorizzando l’economia del territorio e rispettando le tradizioni.

Dal punto di vista nutrizionale, è inoltre caratterizzata da un basso consumo di grassi animali, ricchi in grassi saturi, presenti soprattutto in carne, latte, formaggi, latticini e burro. Fondamentale è la convivialità a tavola; il momento del pasto è anche un modo per staccare dal resto della giornata e ridurre lo stress della routine quotidiana. Durante il pasto, chiacchierare con i nostri cari o amici, ci permette di masticare meglio il cibo, degustandolo e assaporandolo, di digerirlo meglio e, poiché il nostro stomaco impiega circa 20 minuti a dare il senso di sazietà, ci aiuta anche nel mantenere  corretto il nostro peso.

Ma quali sono i benefici della dieta mediterranea?

Previene un gran numero di patologie come obesità, diabete, aterosclerosi, ipertensione e tumori.

Molti studi scientifici hanno valutato gli effetti benefici della dieta mediterranea sullo stato di salute dei soggetti che vi aderiscono, dimostrando che un’adeguata variabilità nella scelta degli alimenti, riduce fino al 70% la mortalità cardiovascolare.

Della dieta mediterranea, oltre a essersi rivelata protettiva nei confronti di malattie cardiovascolari e tumori, ne sono stati segnalati anche i potenziali effetti protettivi sul cervello, sembra infatti che riduca le possibilità di sviluppare la malattia di Alzheimer in chi già mostra segnali di difficoltà cognitive.

Per tali ragioni è possibile affermare che la dieta mediterranea svolge un ruolo fondamentale nella longevità e nella qualità della vita.

Ogni alimento ha degli effetti benefici sulla salute, se assunto nelle giuste quantità, in maniera tale da soddisfare i bisogni energetici e nutritivi dell’organismo. Se si abusa con l’olio d’oliva, ad esempio, si può andare incontro a dislipidemie (aumento dei grassi nel sangue), oppure se si eccede con il consumo di carboidrati si può andare incontro all’obesità. È fondamentale sottolineare che ogni pasto della giornata, deve contenere tutti i nutrienti di cui abbiamo bisogno, variando l’alimentazione, come ci indica la dieta mediterranea.

In conclusione, non esistono alimenti “miracolosi” o “dannosi” per le persone in salute, ciò che davvero è importante è essere consapevoli, alimentarsi in maniera corretta e concedersi qualche “sgarro” ogni tanto, perché anche questo è vivere!

Andrea Vacca

biologo nutrizionista

Mail: info@studioagiemme.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*