La provinciale Sardara – San Gavino è una strada da terzo mondo

Da anni  i sindaci e gli amministratori dei due paesi, chiedono interventi urgenti, ma la provinciale che collega San Gavino con Sardara rimane una strada da incubo con corsie molto strette e senza una banchina. Così le tante richieste di intervento sono rimaste fino ad oggi inascoltate con la conseguenza che ogni giorno migliaia di automobilisti rischiano la vita per recarsi sul posto di lavoro o per raggiungere la stazione ferroviaria o l’ospedale di San Gavino.

S.Gavino Sardara strada pericolosa foto Fernanda Pinna

Eppure si tratta di una strada di grande importanza perché collega la statale 131 con i paesi del Medio Campidano e del Sulcis. Lo denuncia l’assessore ai lavori pubblici di San Gavino Stefano Musanti: «Serve con urgenza un finanziamento per sistemare la strada. È una situazione che va avanti da decenni e questa strada  è uno strumento essenziale per lo sviluppo di un economico di un territorio che vuole uscire dalla sua profonda crisi». Si sono rivolti al prefetto di Cagliari il sindaco di San Gavino Carlo Tomasi insieme al primo cittadino  di Sardara Roberto Montisci: «Ho minacciato –  tuona quest’ultimo – la chiusura della strada provinciale. Ho avuto la promessa di una convocazione di un incontro col prefetto: gli chiediamo di prendere a cuore la sicurezza della strada e dei cittadini».

Intanto sulla situazione interviene il sub commissario della provincia Ignazio Tolu:  «Anni fa è stato attivato un mutuo di 500mila euro insieme ad un finanziamento di 700mila euro portato via dalla Regione per l’assenza del patto di stabilità del 2013, ma questi fondi sono stati richiesti di nuovo per la messa in sicurezza della strada ed in particolare per la sistemazione della segnaletica».

Gian Luigi Pittau

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*