Studenti del Buonarroti a lezione di giornalismo

Prosegue l’attività di formazione proposta dal quindicinale “La Gazzetta del Medio Campidano”. Il progetto editoriale, adattato alla luce dei provvedimenti stabiliti per l’alternanza scuola lavoro, si rivolge agli studenti delle superiori che in questo modo vengono accompagnati nell’esperienza di formazione nel contesto professionale del giornalismo.

Dopo i precedenti realizzati con le stesse modalità nell’anno 2016/2017 presso gli istituti superiori Einaudi e Marconi-Lussu rispettivamente di Senorbì e San Gavino, oggi si aprono le porte nella sede serramannese dell’Istituto Buonarroti. Fra gli obiettivi quello di promuovere le diverse forma di linguaggio veicolato attraverso gli strumenti per la comunicazione di massa, rivolti ai lettori tradizionali e per i “nativi digitali”.

Gli insegnanti coinvolti sono docenti curricolari e di sostegno che offrono all’attenzione dei propri studenti la possibilità di svolgere l’alternanza scuola lavoro in un’attività creativa e originale.

Agli alunni, come già avvenuto in altri contesti scolastici, viene presentata l’occasione di scrivere e raccontare il proprio territorio, gli aspetti di vita quotidiana, i tratti caratteristici che ai loro occhi possono esprimere elementi tipici della vita in paese e perché no, magari ritrovare un proprio spazio all’interno dell’ambiente in cui vivono. L’obiettivo rimane quello di valorizzare il ruolo dei ragazzi e concepire il giornalismo in classe come un modo per produrre attivamente l’esperienza del giornalismo e non solo quindi per recepirla passivamente. Tutto questo, naturalmente, nelle capacità e nella competenza di cui oggi può disporre mediamente un adolescente nel normale processo di istruzione superiore.

Alla lezione inaugurale, condotta in presenza del direttore del giornale, hanno partecipato 15 alunni, delle classi terza e quarta. Adesso, alla terza lezione si riscontra una partecipazione positiva da parte dei ragazzi e dei collaboratori coinvolti. Come previsto dal progetto, l’iniziativa è aperta a tutti gli studenti. Dal riscontro sui risultati ottenuti in passato, vi sono stati alunni che nel corso dei mesi si sono aggiunti al gruppo iniziale. Questo presumibilmente avverrà anche nel caso degli studenti serramannesi che si son rivelati abbastanza motivati per avviare nel migliore dei modi la propria esperienza formativa in ambito editoriale.

Giovanni Contu

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*