“Maestri raccontateci una storia”

L’associazione culturale “Arbus 2020” ha promosso  per il secondo anno consecutivo l’iniziativa “Maestri raccontateci una storia”. Nel corso della manifestazione i maestri di un tempo hanno letto ai bambini della scuola primaria nei locali della biblioteca comunale delle storie, delle fiabe e tantissimi racconti. Erano presenti: maestra Marinella, maestra Elia, maestra Fatima, maestro Pietro, maestra Carmen, maestra Antonietta e maestra Gianfranca.

All’iniziativa hanno aderito tanti bambini felici di poter rinnovare l’esperienza già vissuta lo scorso anno. I bimbi hanno prima ascoltato le storie, poi le hanno disegnate in un clima di grande serenità e dolcezza. Per la riuscita dell’evento fondamentale la presenza di una giovane maestra, Carla Fantasia impegnata  con tanta  passione e tanta professionalità anche in contesti extrascolastici che ammette: «Fare il maestro è un lavoro difficile ma può restituire grandi soddisfazioni. I maestri che hanno partecipato all’iniziativa hanno dimostrato  un entusiasmo e una passione fuori dal tempo». Questa seconda edizione è stata dedicata al ricordo di Walter Fagioli recentemente venuto a mancare, un uomo e un  maestro davvero speciali, figura scolastica di primo piano indimenticabile per tantissimi arburesi. E ora la parola a Cinzia Lecca responsabile dell’Associazione  Arbus 2020 promotrice dell’iniziativa:« “Maestri raccontateci una storia” nasce con lo scopo di legare i ricordi di diverse generazioni, ed è un omaggio ai maestri di ieri e ai bambini di oggi – dice la neopresidente -Ringraziamo i bambini, le loro famiglie e soprattutto i maestri che ancora una volta hanno condiviso non solo le storie ma la fiducia nel futuro e l’amore per la nostra comunità».

Qualcosa di personale.

“Bella l’iniziativa, da libro cuore! Di quelle che rimangono scolpite e vanno a rafforzare spazi ancora liberi nel nostro cuore gelosamente preservati a una figura e un rapporto tra i più importanti della nostra infanzia: quello tra i maestri elementari e i futuri, ma ancora piccoli, protagonisti di questa grande famiglia chiamata umanità”. Alle mie maestre delle elementari maestra Pinuccia e maestra Elia e all’amico Walter recentemente scomparso.

Gianni Vacca

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*