Monumenti aperti tra chiese e siti archeologici

Tuffo nel passato e nelle tradizioni locali grazie a Monumenti Aperti che torna per il 4 anno anche a Gonnosfanadiga. Cittadini, Associazioni, Studenti, oggi e domani staranno insieme per promuovere i monumenti, le bellezze e la cultura e del nostro territorio. 250 i volontari al lavoro per la buona riuscita dell’evento coordinato in regia dall’associazione G elevato 2  che ha allestito un infopoint in piazza 17 febbraio per essere a disposizione dei visitatori.

Oggi, sabato alle 18, Concerto “Cantendi Monumenti”nella chiesa Santa Severa a cura del Coro Polifonico Santa Barbara. Dalle 15 alle 18escursione alla ex Minera di molibdeno “Grado Facile” a cura dell’Associazione Parco Monte Linas  e poi ancora visite su richiesta alla Chiesa campestre di S. Giacomo e ai Rifugi Antiaerei di alcune delle postazioni anti bomba, dislocate per le vie del paese per info e partenze.

Tra i gioielli del paese in vetrina oggi e domani: la Chiesa Beata Vergine di Lourdes (Esposizione di paramenti sacri e oggetti liturgici di ieri e di oggi Proiezione di fotografi e risalenti ai primi anni ’70-’80 a cura dei ragazzi dell’Oratorio Don Cauli), l’ex frantoio Porta (Laboratori e degustazioni dei prodotti Porta e delle eccellenze enogastronomiche.

Condivisione della pasta madre centenaria del Panificio Porta 1918), ex frantoio Sogus, Mostra Museo degli strumenti musicali a cura della Banda Music. “G. Puccini”, Ex Orfanotrofio Suor Emilia (Mostra Etnografica dell’abito tradizionale sardo Gonnese a cura dell’Associazione Folk Culturale Santa Barbara) e tante altre mostro, come la  Mostra Naturalistica sulla fauna del Monte Linas a cura degli Scout e dell’istituto comprensivo Statale di Gonnosfanadiga nel Monte Granatico   e i Laboratori, degustazioni ed escursioni a cura dell’Associazione Biodiversità gonnese nel sito di San Cosimo. (step)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*