Monumenti aperti: oltre 700 visitatori

Con monumenti aperti,Villacidro ha offerto ai  visitatori tante sorprese nei 21 siti in vetrina.Un percorso emozionale che il pubblico ha gradito: dalle bellezze della Cascata de “Sa Spendula” (oltre 700 visitatori) che si confermano uno degli scenari più apprezzati, alla Chiesa campestre di San Sisinnio col suo meraviglioso parco di olivastri millenari, senza dimenticare il Palazzo Vescovile, la Parrocchiale di Sant’Antonio e l’antico Lavatoio Pubblico.

Diverse le novità di questa edizione: la Casa Pasolini (che ha riscosso i favori del pubblico), ex-caserma dei Carabinieri, uno degli edifici più significativi della Villacidro del Novecento,  e visite guidate ai siti minerari di Canale Serci, con partenza da Villacidro. Tra gli altri siti da non perdere, un vero successo, in termini di interesse dei visitator,i ha riscosso poi il Rifugio antiaereo, uno dei tanti presenti in paese (in questo caso una galleria profonda oltre venti metri) al cui interno la popolazione si riversava al suono delle sirene che avvisavano dell’arrivo dei bombardieri (visite dell’assoazione Memoria è Storia). In visita anche tanti residenti che non lo avevano mai visto (in tutto oltre 700 visitatori).

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*