Paese più bello con l’intervento dei cittadini

PrintWhatsAppTwitter

Perché attendere l’amministrazione comunale per abbellire le strade del paese? Anche i privati possono contribuire a creare degli spazi per rendere il centro abitato più accogliente e vivibile. È quello che hanno pensato alcune famiglie di via Satta e via Dante per abbellire il loro tratto di strada. Davanti ai giardinetti di via Satta alcune aiuole erano infestate da erbacce che rendevano l’ambiente se non degradato, certamente poco consono per una via dove risiedono diverse famiglie, alcune anche con bambini.

2  Senza attendere l’intervento del Comune con l’appalto per il Verde Pubblico (è partito il primo di luglio) diversi cittadini, donne sopratutto, hanno pensato a rendere più bello il loro quartiere. E così armatisi di zappe e arnesi di giardinaggio, hanno ripulito le aiuole di via Satta. Ma non solo, il clou dell’iniziativa è stato, utilizzando materiale di scarto e naturale (cassette di legno), la realizzazione di una serie di trenini in legno bianco che hanno abbellito e reso caratteristico il bellissimo spazio verde. Anche in via Dante, i residenti si sono resi protagonisti realizzando uno spazio pic nic con materiale di scarto. Un pizzico di fantasia, tanta pazienza e sopratutto creatività hanno trasformato una parte dell’area pubblica dove ogni anno si celebra il falò di Sant’Antonio Abate.

3  Un frondoso leccio è stato preso come punto di riferimento per realizzare uno spazio accogliente, in particolar modo in questo periodo estivo caratterizzato da una calura insopportabile. Vecchi bancali, scarti di legno e cassette di frutta sono diventate panche, sedili, tavoli e vasi per fiori:uno spazio verde dove trascorrere le serate, in armonia e in indimenticabili momenti socializzanti.

Dario Frau

PrintWhatsAppTwitter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*