Panificio Porta: cent’anni di gustoso pane

Cento anni di successi, fatiche e soprattutto di gustoso pane. Cento anni di storia da ricordare  e tenere stretti al cuore per il panificio Porta di Gonnosfanadiga nato grazie alla volontà di Chiara Noli e del marito Giovanni Porta che nel 1908 prepararono per la prima volta il pane dando così vita ad una lunga tradizione di famiglia.

La stessa pasta madre, pezzetto dopo pezzetto, è stato l’ingrediente prezioso del profumato pane che arrivava nelle tavole gonnesi. Poi è passato nelle mani del figlio Peppino che lo ha poi ceduto, assieme ai saperi, a Gianfranco, Marcello, Pierpaolo, Claudio, Angelo, Maria Chiara, ai tanti collaboratori ormai parte della famiglia e poi al giovane Riccardo. Quel lievito madre ha unito 4 generazioni di panettieri e imprenditori. Oggi c’è anche Riccardo, con laurea in comunicazione e marketing, pronto a portare nuova linfa all’azienda di famiglia. A lui il padre Gianfranco ha trasmesso un sapere, intriso di storia locale, amore e passione.

«L’idea del pane della domenica nasce dalla volontà di valorizzare le materie prime locali facendole incontrare con il nostro lievito naturale», spiega Riccardo, «Abbiamo scelto la domenica per farlo perché abbiamo pensato che fosse il giorno giusto, quello dove si è più rilassati, dove si sta in compagnia, in famiglia, per condividere un pane buono che racconta belle storie del nostro territorio». L’obiettivo è unire passato e presente per regalare sapori unici. «Abbiamo deciso di utilizzare farine di grani antichi, molto spesso dimenticati,  che negli ultimi tempi si sta riprendendo a coltivare, che creano una biodiversità nel mondo della panificazione davvero molto interessante. Siamo partiti con il pane di grano duro khorasan, uno dei grani più antichi del mondo, coltivato da Sardo Sole a Villamar, proseguiremo con altre varietà proposte dalla Sardo Sole e da altre piccole realtà locali come l’azienda agricola Sa Laurera».

Al centro di tutto c’è l’attenzione su una filiera locale, in collaborazione con produttori di cereali locali, e su un nuovo concetto di promozione: «Abbiamo realizzato alcuni filmati diffusi nel web per raccontare le nostre iniziative e i nostri prodotti», precisa Riccardo, «Abbiamo poi avviato una collaborazione con la facoltà di economia dell’università di Cagliari per l’organizzazione delle iniziative del centenario del nostro panificio. In autunno faremo una grande festa del pane a Gonnosfanadiga, dove è iniziata la nostra storia».(step)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*