Personale Ata: la Cgil prevede disagi nelle scuole

Previsti disagi anche quest’anno nelle scuole sarde. A immaginare lo scenario preoccupante è la Cgil a poche settimane dall’apertura dell’anno scolastico 2018/2019. Tutto dipende dal personale Ata, gli ausiliari scolastici.  «Ai 6 mila 532 posti assegnati come organico di diritto, sono stati aggiunti solo altri 159 posti, del tutto insufficienti a soddisfare le esigenze delle scuole» è il monito lanciato dal segretario regionale Flc Ivo Vacca. Il resto delle assunzioni, indispensabili per l’imminente inizio delle lezioni dovrà essere definito dall’Ufficio scolastico regionale ma il sistema dei rinvii e delle scelte all’ultimo minuto risulterebbe assurdo e penalizzante. «La scuola sarda è penalizzata per l’applicazione di criteri standard che non possono soddisfare le specificità delle sue esigenze», lamenta Vacca, «così ogni anno viene ridotto il personale Ata di diritto e, con il conseguente adeguamento a ridosso dell’apertura delle scuole, il personale viene penalizzato perché i posti in deroga non possono essere utilizzati per il rientro nella sede di lavoro scelta da chi ha il contratto a tempo indeterminato ma vengono assegnati ad altri lavoratori come supplenze sino al 30 giugno 2019». Per questo il segretario Flc ha sollecitato l’Ufficio scolastico «affinché proceda al più presto con l’assegnazione delle deroghe» ritenendo «paradossale che il Ministero reputi sufficiente un organico di 6.691 lavoratori per tutti i 202.338 alunni e studenti iscritti alle scuole della Sardegna». L’organico di diritto e l’attuale adeguamento infatti non soddisferebbero per nulla le esigenze di funzionamento delle scuole secondo la Cgil perché «con le risorse previste dall’organico di diritto, compresi gli ulteriori 159 posti dell’organico di fatto, molte scuole non potrebbero comunque aprire e il rischio sarebbe quello di interruzione di pubblico servizio».

Un caso emblematico sarebbe quello delle 14 scuole che fanno capo ad Atzara, 5 delle quali sono su due piani: servirebbero 19 collaboratori, ne sono stati assegnati in un primo momento 13 e ora un altro soltanto. Ecco la distribuzione dei 159 nuovi posti assegnati con il decreto del Direttore scolastico regionale: 31 posti di assistente amministrativo a Cagliari, 23 a Sassari, 11 a Nuoro 9 a Oristano; 36 collaboratori scolastici a Cagliari, 31 a Sassari, 10 a Nuoro e 8 a Oristano, poi due addetti alle aziende agrarie. «Chiediamo all’all’assessorato regionale all’Istruzione»,  conclude Ivo Vacca, «un intervento politico a sostegno della rivendicazione di un adeguato organico Ata che tenga conto delle difficoltà degli uffici amministrativi e dei servizi tecnici ed ausiliari delle scuole».

Gian Luigi Pala

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*