Piedibus: un modo sano per andare a scuola

PrintWhatsAppTwitter

Avete mai visto un autobus ecologico senza ruote né motore? Non ha tetto né sportelli, non va a benzina e neanche a gas, ma solo con l’energia delle gambe dell’autista, del controllore e dei suoi passeggeri. Questo curioso “mezzo di trasporto”, che conduce i bambini fino a scuola, si chiama Piedibus ed è attivo a Serramanna da ben 5 anni. «Il Piedibus è un modo sano, sicuro, divertente ed ecologico per andare a scuola. Un servizio gratuito organizzato dal comune di Serramanna in collaborazione con i nonni vigili dell’associazione “Anni d’argento”» spiega Maristella Pisano, vice sindaco di Serramanna «Il Piedibus rappresenta per i bambini un’occasione per imparare l’educazione stradale sul campo, divertendosi. Lungo il tragitto essi possono sperimentare momenti di autonomia in modo sicuro e controllato, aumentando la loro autostima, seguendo delle regole e diventando consapevoli della loro importanza nella società, in quanto i Nonni Vigili e dei Volontari adulti si “prenderanno cura” di loro. Quando nel 2013 l’amministrazione comunale ha proposto il servizio all’associazione “Anni d’argento, l’allora presidente Riccardo Chia e gli altri membri accolsero l’invito con entusiasmo. Oggi, la collaborazione continua e, in base alle adesioni, il Piedibus può essere attivato con 4 linee: rossa, gialla, blu e verde. Anche alcuni genitori contribuiscono alla buona riuscita dell’iniziativa: lo scorso anno, Roberta Valdes è stata premiata per il suo grande impegno e disponibilità nel servizio dedicato ai bambini.

Un proverbio africano recita: “Per crescere un bambino ci vuole l’intero villaggio”. Mettendo tra le sue priorità i bambini, le loro famiglie, la scuola e il mondo del volontariato, l’Amministrazione Comunale, vuole condividerne appieno il significato».

1 peidibus bimbi in attesa

Luciano Farris, coordinatore del Piedibus, racconta «Nello scorso anno scolastico, circa una decina di alunni partecipavano al Piedibus. Un numero decisamente inferiore agli anni precedenti, a causa anche del trasferimento del tempo prolungato in via Pellico. Infatti, se nei primi anni erano in funzione tre linee di Piedibus, lo scorso anno ne era rimasta in funzione solo una che partiva da piazza Matteotti per arrivare in via Pellico. Fare questo percorso non è pericoloso, anche perché ormai tutti, o quasi, hanno preso coscienza del servizio che viene svolto. Sia i bambini che i genitori danno il loro contributo per il buon andamento del percorso ed anche gli automobilisti, nella maggioranza, si comportano correttamente. L’insieme di tutte queste componenti fanno si che il Piedibus abbia contribuito alla crescita del senso civico di tutti, a cominciare dai bambini, i quali sono entusiasti. I genitori sono tranquilli sapendo che i figli vanno a scuola di buona volontà e sono affidati ai Nonni Vigile che se ne prendono cura. Anche gli automobilisti vedono di buon occhio il Piedibus che, concentrando gli alunni in un’unica cordata, non attraversano la strada in modo sconsiderato.»

Irma Piano, attuale presidente dell’associazione “Anni d’argento”, è molto contenta della sua attività di “nonno vigile” «Il servizio dei Nonni Vigili, sia sulle strisce pedonali che sul Piedibus, è tra le attività più importanti della nostra associazione. Questo servizio ci gratifica tantissimo, personalmente non avrei ma pensato di sentirmi utile socialmente in età matura. Tra i bambini e i genitori s’instaura un fantastico rapporto: capita spesso per strada, fuori servizio, di venire abbracciati da qualche bambino che incontriamo, come succede con i propri nipotini.»

2 piedibus bimbi sulle strisce

Anche Francesca Molino, mamma di Fabio Farris, passeggero del Piedibus ormai da tre anni, è molto contenta del servizio di trasporto a piedi «E’ un’iniziativa molto interessante dal punto di vista di aggregazione tra i bambini, aiuto verso i genitori e, in quanto all’inquinamento, il rispetto verso l’ambiente. Considerando il fatto che i Nonni Vigili dedicano del tempo personale al volontariato (tra l’altro, gratuito), mi sembra giusto che siano gratificati col riconoscimento nella riuscita del servizio. Io sono pienamente soddisfatta e ritengo che mio figlio dopo anni di esperienza col Piedibus sia abbastanza responsabile. Grazie infinite di esistere!»

Attualmente sono attive 2 linee: Blu e Verde. La Blu parte da piazza Matteotti percorre tutta la via Roma per arrivare fino a Via Pellico, la Verde invece parte da via Pertini, passa per Via Gioberti, la Pineta e arriva in Via Pellico. Le iscrizioni sono in crescita e ogni giorno si aggiunge un nuovo bambino. Visto tanto entusiasmo da parte degli organizzatori, degli autisti, dei controllori e dei passeggeri di questo ecologico mezzo di trasporto che si sposta con l’ energia delle gambe, fa risparmiare benzina e riduce il traffico, chi ancora non lo usa dovrebbe provare l’esperienza: il viaggio è gratis e l’iscrizione è possibile in qualsiasi momento dell’anno scolastico!

Francesca Murgia

PrintWhatsAppTwitter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*