Quanto ti costa non andare dal dentista?

Parte 2

Ciao a te caro lettore, nel precedente articolo abbiamo visto cosa succede nel caso si rinvia per molto tempo la visita dal dentista. Uno dei fenomeni più frequenti è lo sviluppo di carie che vengono trascurate per troppo tempo sino ad essere costretti a devitalizzare i denti in questione.

Questa non è la situazione peggiore: spesso capita che alcuni pazienti, a causa della parodontite (infiammazione dei tessuti attorno al dente) perdano decine di denti in un lasso di tempo piuttosto breve. La parodontite è un processo piuttosto lungo che può essere curato solo se intercettato in tempo. Rimandare di continuo la visita ti può costare la perdita di tutti i tuoi denti.

Ancora peggiore è il caso in cui si rimanda la visita dei bambini. Spesso i genitori confondono i denti decidui (da latte) con quelli definitivi, e sono numerosi i casi di bambini che perdono i denti già in età precoce a causa di un cattivo rapporto col dentista.

In molti casi inoltre i bambini hanno abitudini viziate (uso del biberon, dito in bocca, ciuccio) che portano ad uno scorretto allineamento dei denti. Se queste abitudini sono intercettate al più presto (4-5 anni di età) c’è la possibilità di limitare il danno. Altrimenti, se concederai continuamente al tuo bambino queste abitudini viziate, dovrà portare per un lungo periodo l’apparecchio ortodontico. I tuoi figli non si meritano questo.

I DANNI DEL FARE UN CICLO DI CURE CON LA PAURA

Un altro punto chiave è quello della paura durante il trattamento. È stato dimostrato che l’ansia durante l’intervento rende più difficoltosa l’azione dell’anestesia. Andare dal dentista avendone timore, non solo rende più complicato operare sul paziente, ma allo stesso tempo rende più dolorose le cure. La sensazione di dolore nell’uomo è, infatti, collegata al suo stato emotivo. Più si è spaventati e tesi, maggiormente verrà percepito il dolore in quanto la propria soglia del dolore si abbassa. Puoi ben immaginare come un intervento chirurgico come un’estrazione o l’inserimento di un impianto sia più difficile (e con minori risultati) su un paziente che trema dalla paura e su cui potrebbe non far effetto l’anestesia.

I DANNI DEL SALTARE LE VISITE DI CONTROLLO

Fare dei controlli periodici è di fondamentale importanza. Il risultato di una cura dipende dalla collaborazione fra dentista e paziente e dal suo livello di igiene orale. Evitare la pulizia dei denti e non seguire le normali manovre di igiene orale può compromettere i risultati di una terapia parodontale, di un trattamento ortodontico o di una riabilitazione protesica.

Il dentista è tuo amico, non scordarlo mai. Nella mia tesi sul Carcinoma squamoso orale ho trattato un caso di fallimento della prevenzione a tutti i livelli che ha portato il paziente in questione ad avere un grande carcinoma (tumore maligno) nel cavo orale. Tutto questo poteva essere intercettato molto prima con una corretta visita.

Con oggi è tutto; ti do l’appuntamento al prossimo articolo in cui parlerò di come rilassarsi prima della visita e rendere così l’appuntamento dal dentista un’esperienza più serena.

Andrea Lampis

Medico odontoiatra

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*