Giornalino scolastico: 4° premio consecutivo

Il plesso della scuola secondaria di Ussaramanna torna ancora una volta a fra parlare di sé dopo che, alla fine del 2017, è stato premiato con ben due premi per la partecipazione ad altrettanti concorsi riservati alle scuole italiane. Il primo dei due, di carattere nazionale e diventato ormai una piacevole abitudine (quarta premiazione consecutiva in quattro anni), è stato dato in virtù del giornalino scolastico “Occhio alla Marmilla” classificatosi, anche per quest’edizione, fra le cento migliori redazioni studentesche italiane. Il prossimo 17 aprile ci sarà il ritiro del riconoscimento a Chianciano Terme. Il secondo premio è invece relativo alla partecipazione al concorso “I giovani ricordano la Shoah”: il plesso di Ussaramanna, anche in questo caso, si è ben distinto essendo stato scelto fra i due istituti sardi che parteciperanno alle finali nazionali grazie alla realizzazione di un cortometraggio sull’antisemitismo a cui è stato dato il titolo “Tra ieri e domani”.

Il lavoro è stato portato avanti dalle tre classi della scuola che si sono occupate di ideare e scrivere la sceneggiatura, scegliere e inserire le musiche oltre che realizzare manifesti e fotografie. Anche l’amministrazione comunale ha dato il proprio supporto mettendo a disposizione i locali della casa Accalai, un edificio museo che ben si è prestato alle ricostruzione storica di una location che potesse rievocare il periodo fascista. Gli alunni, all’unisono sul sito web dell’istituto, scrivono di aver avuto grossa soddisfazione per il risultato raggiunto: «Tra due risate, qualche rimprovero per i momenti di scarsa serietà, i “ciak si gira” fino all’esasperazione, le scene girate e poi montate da signor Sebastiano (il collaboratore scolastico ndr) sempre paziente al nostro fianco, è venuto fuori un lavoro che ci ha persino commosso. Siamo felicissimi che il nostro cortometraggio sia addirittura arrivato alle finali nazionali e possa quindi “competere” con altri bellissimi lavori. Non abbiamo la presunzione di voler vincere, ma già soltanto aver raggiunto questo riconoscimento a livello regionale è per noi motivo d’orgoglio. Ringraziamo le nostre professoresse che ci hanno guidato a questa bella avventura: Irene Olla, Alma Porcu, Rosalba Loi, Cinzia Fenu, Maria Scanu e, naturalmente, signor Sebastiano Carta; tutti loro ci hanno guidato in questa bella avventura».

Non nasconde la sua soddisfazione per i risultati raggiunti anche l’insegnante Cinzia Fenu, da sempre in prima linea insieme ad altri insegnanti del plesso per la realizzazione di belle iniziative: «A Ussaramanna c’è un bellissimo ambiente; lavoriamo in sintonia e cerchiamo di portare avanti dei progetti significativi per la crescita dei ragazzi. Proponiamo sempre attività laboratoriali a classi aperte, che coinvolgono tutti gli studenti. Ora abbiamo iniziato un progetto regionale sull’immigrazione proposto dalle Acli Sardegna, in collaborazione con l’amministrazione comunale. Coinvolgerà diverse scuole della Sardegna ed sarà tenuto da operatori esterni che formeranno i ragazzi sul valore delle culture e sull’importanza del conoscere per integrare e integrarsi».

Simone Muscas

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*