Sa “simbua frita cun satitzu”: la tradizione

Il Ministero delle Politiche Agricole ha recentemente riconosciuto sa “simbua frita cun satitzu” come prodotto agroalimentare tradizionale della Sardegna e, nello specifico, appartenente alla comunità di Villanovaforru. Tale riconoscimento ha la sua importanza in quanto permetterà al piatto tradizionale di essere incluso in un apposito elenco nazionale che periodicamente viene pubblicato dallo stesso Ministero con la collaborazione delle Regioni italiane; la valenza del risultato raggiunto assume proporzioni ancora maggiori visto che sa “simbua frita cun satitzu” è al momento l’unico prodotto della sezione gastronomia inserito nell’elenco della Sardegna.

«Questo riconoscimento – spiega un entusiasta Maurizio Onnis, sindaco del paese – è una vittoria di tutta Villanovaforru e apre interessanti prospettive di mercato e di sviluppo, che spetta solo a noi cogliere. So che le forze vive della nostra comunità non si lasceranno sfuggire l’occasione. Approfondiremo la questione prossimamente insieme a un esperto dell’Agenzia Laore. Ringrazio l’assessore Eliana Tatti, che ha seguito da vicino il procedimento, la Pro loco di Villanovaforru, che da decenni preserva la ricetta del prodotto e ha coltivato con noi questo progetto, e appunto il personale dell’Agenzia Laore, senza il cui apporto tecnico non avremmo conseguito il risultato.

Simone Muscas

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*