SanluriLegge: un dialogo letterario tra cittadini e scrittori

Quattro scrittori per altrettanti appuntamenti lo scorso maggio a SanluriLegge. Autori eterogenei ma di fama nazionale che hanno presentato il loro ultimo romanzo raccontando alla platea attenta e curiosa, retroscena e curiosità.

Sanluri Legge è l’evento organizzato dal Comune di Sanluri in collaborazione con l’associazione culturale Liberos. C’era il giornalismo d’inchiesta del cronista del Corriere Sergio Rizzo, il romanzo di Andrea Scanzi, giornalista, scrittore e opinionista che ambienta la sua storia nella sua Arezzo, la scrittrice sarda Milena Agus che ha presentato il romanzo Terre promesse fresco di stampa e l’autore emergente Cristian Mannu con la sua opera prima Maria di Isili vincitore del Premio Calvino.

2

«Abbiamo provato ad organizzare un evento culturale di ampio respiro invitando e dialogando con scrittori di levatura nazionale. Una novità per la nostra cittadina, i risultati vanno oltre ogni più rosea aspettativa, due appuntamenti al castello e altrettanti al polo culturale hanno registrato sempre il pienone», spiega il sindaco di Sanluri Alberto Urpi.

Così si è scoperto un Cristian Mannu, il primo autore ospite di Sanluri Legge che ha dialogato con Francesca Casula, timido e dal sorriso aperto e cordiale. Uno scrittore emergente curioso di ascoltare  dai suoi lettori impressioni e suggerimenti, che si è prodigato a scrivere e a recitare una favola ai lettori accorsi al Castello ad ascoltare lui e la sua Maria di Isili.

3

Tutta un’altra atmosfera la settimana successiva con Sergio Rizzo e la sua Repubblica dei Brocchi. L’autore di best seller d’inchiesta ha raccontato la nostra Italia tra recenti storie di corruzione e di intrighi nei palazzi capitolini:soldi facili, personaggi ambigui e scelte di dubbia opportunità politica ed etica. Rizzo incalzato da Alberto Urgu, racconta con semplicità e chiarezza questa Italia e i suoi politici che hanno ormai perso il senso della vergogna.

Andrea Scanzi, intervistato da Pier Franco Fadda,è stato forse il personaggio più atteso e accattivante. Forte del suo ruolo televisivo, del suo esser tanto social non si è smentito davanti al pubblico sanlurese. Il suo puntuale ritardo è stato ripagato da un vero e proprio show con un Andrea Scanzi, egocentrico e narciso (come lui stesso si èdefinito) , che ha stregato la platea parlando di se, del suo libro I migliori di noi, della sia Arezzo,della sua esperienza a teatro, in tv e del suo essere  giornalistia e della sua recente intervista a Roger Waters.

4

L’ultimo appuntamento è stato  con la semplicità e la serenità che ha trasmesso Milena Agus autrice di Terre Promesse uscito nelle librerie proprio il mese scorso. La bontà delle persone, qualità quasi estinta, Agus,intervistata da Manuela Arca, l’ha messa al centro del suo libro regalando una speranza e indicando la capacità di apprezzare le piccole cose  senza ricercare altre irraggiungibili.

«Sanluri Legge – dice l’assessore alla Cultura Antonella Pilloni – è stato,  per la nostra cittadina,  un mese dedicato alla lettura, alla riflessione al confronto. Incontrare gli scrittori , dialogare con loro  è stato  un modo intelligente, nuovo e originale per sensibilizzare ed avvicinare le persone alla lettura, perché leggere migliora la qualità della nostra vita soprattutto migliora le relazioni con gli altri». Già si pensa alla prossima edizione: «La collaborazione con l’associazione culturale Liberos si è dimostrata costruttiva – prosegue il sindaco Urpi – Inizieremo a muoverci per tempo per proporre una seconda edizione l’anno prossimo».  Aggunge Pilloni:  «Il vero obiettivo sarà provare ad attirare anche i giovani e magari far nascere, nel frattempo, anche un laboratorio di lettura».

Arianna Concu

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*