Servizio civico: disoccupati spazzini

PrintWhatsAppTwitter

Aumenta la spesa sociale, ma le famiglie in difficoltà sono sempre di più. A Sanluri, infatti, sono 60 i poveri in fila per un lavoretto utile al paese, in particolare per la pulizia delle strade, piazze e giardini.

2s  Purtroppo solo 25 hanno  la possibilità di essere inseriti in un programma che garantisce a ciascuno di loro un lavoro per 4 mesi, con turni di 8 unità, per prestazioni di circa 80 ore, da svolgersi per la pulizia delle strade, le aree verdi dei parchi, giardini, spazi circostanti le scuole e strutture comunali. È compito di una cooperativa sociale di coordinare le singole attività.  C’è il progetto e ci sono i soldi: 70 mila euro di fondi, recuperati fra le pieghe del bilancio comunale.

alberto urpi «Se il governo centrale- spiega il sindaco Alberto Urpi – non avesse abolito i voucher lavoro, avremmo potuto occupare più persone. Come nel passato e come previsto nel progetto iniziale. Troveremo il modo di accontentare tutti gli altri cittadini che hanno chiesto aiuto. Naturalmente nei limiti del possibile. Il Comune non è una sportello lavoro». (s. r.)

PrintWhatsAppTwitter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*