Si terrà dall’11 al 17 luglio la Sagra delle pesche

È partito il conto alla rovescia per la tradizionale sagra delle pesche in programma a San Sperate.  La manifestazione giunta alla 57sima edizione, si terrà dall’11 al 17 luglio offrirà degustazioni, musica e iniziative per i più piccoli e le famiglie. Grandi novità in questa edizione che ricade nell’anno del Cinquantennale del Paese Museo; per la prima volta le finali regionali dello Zecchino d’Oro si terranno a San Sperate.

Si parte, però, mercoledì 11 luglio, in piazza Gramsci, dove alle 21.30 si svolgerà una gara poetica campidanese con Antonello Orrù, Marco Melis, Roberto Zuncheddu, Simone Monni, Daniele Filia, Angelo Secci, Luca Farci e Stefano Campus. Giovedì, 12 luglio, alle 22, spazio alla danza con le esibizioni dei ballerini della Sciola “Dessie” e della Fitness zone. Per il 13 luglio a partire dalle 10, nel giardino Megalitico, avrà inizio un laboratorio del gusto per bambini organizzato da Laore. Alle 17, invece,  laboratorio di analisi sensoriale al Museo del crudo. Alle 18.30 in via Cagliari parte la vendita e la degustazione delle pesche a cura di “Su Pressiu” e Pro loco. Alle 19.30 consegna della Pesca d’oro in Municipio e alle 22, in piazza Gramsci, concerto Civica jazz quintet della Scuola civica di musica. Il 14 luglio, alle 19, in piazza Croce Santa, l’atteso spettacolo dei burattini e alle 22 in piazza Gramsci canteranno i bambini nel concerto ”San Sperate in… coro”. Il 15 luglio, alle 19, animazione con  Il regno delle favole , mentre alle 19.30 in piazza Croce Santa ci sarà laboratorio di cucina a cura dello chef Bruno Pinna. Alle 22, in piazza Gramsci, selezioni per il 61simo Zecchino d’oro. Il 16 luglio. alle 22, in piazza Gramsci intrattenimento musicale mentre in chiusura, il 17 luglio, alle 18, sarà celebrata la messa nella chiesa di San Giovanni seguita dalla processione per le vie del paese.

«Il manifesto della 57^ Sagra delle Pesche è il risultato finale di un progetto che ha previsto diversi incontri laboratoriali tenutisi nelle scuole dall’Associazione Noarte e dal muralista Angelo Pilloni sul tema cinquantennale del Paese Museo», spiegano in una nota dalla Proloco, «A coronamento di questo progetto è stato indetto un concorso cui hanno partecipato gli alunni della scuola primaria e secondaria dell’Istituto Grazia Deledda. La scelta di incentrare sui disegni dei bambini il manifesto della Sagra risponde da un lato ad una visione di coinvolgimento a 360 gradi delle nuove generazioni nel fermento culturale del Paese Museo e dall’altra si sposa con un’edizione pensata su misura per bambini e famiglie, con le due giornate dedicate allo Zecchino d’Oro». (step)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*