Street Art: la pittrice Ivana Cabriolu

Nasce nel 1986 a San Gavino Monreale, vive e lavora a Villacidro.   Autodidatta mostra diverse influenze dal fumetto, alla Pop Art, fino alla Street Art espresse con una tecnica in bilico tra bidimensionalità e tridimensionalità. Dipinge principalmente donne, donne Icone del contemporaneo e altre simbolo di concetti comuni, figure strappate ai ricordi, alle storie popolari, alle leggende sbiadite,ognuna riportata sulla tela grazie ad un filtro della memoria sporco, offuscato dal caos che circonda ognuno di noi.

Negli ultimi anni si concentra sulla rappresentazione dei volti Afro, conosciuti o sconosciuti  che le permettono di indagare una cultura differente ma che sposa pienamente l’amore per i colori accesi che l’artista ha sempre inserito all’interno delle sue opere.

A partire dal 2008 entra a far parte di alcuni interessanti progetti artistici, quali, Artistianonimi e Xlegion, entrambi indirizzati alla diffusione dell’arte nelle sue molteplici forme.  Nel 2010 tiene la sua prima personale  “Differenti Pensieri” nella Villa Leni di Villacidro in occasione del XXV Premio Letterario Giuseppe Dessì, riscuotendo calorosi consensi da parte di pubblico e critica. Da quel momento, partecipa a numerose mostre isolane e nello stivale, quali: MusicArt  nella Galleria Hesperia di Pomezia (Roma); 20×20 Mostra Internazionale del piccolo formato (Napoli), Le Meraviglie dell’Arte Contemporanea nel Teatro Ariston di Sanremo, Ecce Artist collettiva internazionale presso Fabbrica Immagine Lab (Roma).

     Nel 2012 tiene la seconda personale dal titolo “Frammenti Contemporanei” a Villacidro; partecipa alla collettiva Icone: Interpretazione Contemporanee tenutasi nel Centro Exmà di Cagliari; espone presso il Mercure Hotel di Olbia. Nel 2012 fonda con due pittori e una fotografa il Collettivo d’arte ArtisticamenteUniti, insieme espongono per la prima volta al Palazzo Vice Regio di Cagliari, e partecipano all’opera di video arte Collettiva Piccolo Caos: Sant’Elia Viva di Marinella Senatore patrocinato dal Comune di Cagliari. Nello stesso anno si laurea in Beni Culturali Storico Artistici all’Università di Cagliaƌi, con una tesi su Frida Kahlo e la cultura precolombiana. Continua la sua attività espositiva per il 2012 e il 2013 nelle città di Cagliari, Olbia e Villacidro e partecipa anche a concorsi di pittura estemporanea. Nel 2014 realizza la terza personale dal titolo “Con la pelle di un altro colore” nel castello dei Doria di Castelsardo, espone poi in altre città tra cui Olbia e Napoli. Nel 2015 porta le opere tratte dalla serie Con la pelle di un latro colore in diverse località della Sardegna, espone inoltre  ad Olbia e Villasor e realizza una esibizione di sketch live ad Ozieri.

   Tante le  recensioni su quotidiani, riviste d’arte e pubblicazioni su cataloghi tra i quali:  I Premio Effetto Arte; V edizione della Mostra Internazionale del piccolo formato VentixVenti; Pubblicazione sul numero 1 della rivista Overart; Intervista e pubblicazione sul blog Scarabbocchiarte a cura di Raffaella Cristiano.  Negli anni successivi (2016 e 2017) espone a Ozieri, Arbus, Budoni, Villasor, Napoli, Cannigione e Porto Cervo. In questi anni realizza numerosissime opere su commissione, specialmente ritratti, con diverse tecniche e su diversi supporti.

Gian Palo Marcialis

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*