Via Brivanda, una strada dimenticata

Tante strade sono state sistemate a San Gavino, ma da troppo tempo esistono nel centro urbano ed in campagna vie dimenticate da tutti. Una di queste, che si trova a pochi passi dal vecchio passaggio a livello (in disuso) e della provinciale per Pabillonis, è via Brivanda. Ogni giorno i residenti devono fare i conti con i continui disagi visto che l’asfalto non è mai arrivato e le buche si formano di continuo nello sterrato.

In più la sera i disagi aumentano perché manca l’illuminazione pubblica: rimangono al buio le case dei numerosi residenti ed anche un asilo nido privato e c’è chi ha pensato di proteggersi dai malintenzionati con un cane da guardia. Nella vecchia strada ferrata la vegetazione cresce rigogliosa e, puntuale ad ogni estate, si presenta il rischio di incendi che non fa dormire sogni tranquilli ai residenti del quartiere.

In molte strade di campagna poi la situazione è disastrosa con il transito che è possibile solo ai fuoristrada o con altri mezzi come i trattori. Cosi molti sangavinesi hanno un’estrema difficoltà per accedere alle proprie case o ai propri terreni, soprattutto nella stagione delle piogge, perché l’acqua non defluisce nelle cunette e si creano pozzanghere che diventano laghi. Succede nella zona di “Ruineddas” che si trova a ridosso del paese dopo il quartiere di “Ziviriu” o nella zona di Santa Maria a pochi passi dalla strada provinciale che collega San Gavino con Villacidro. In molti punti il livello della strada ormai è diventato inferiore a quello delle cunette e l’acqua non riesce più a defluire. Ogni giorno gli automobilisti rischiano la propria incolumità e di subire danni seri al proprio veicolo.

Gian Luigi Pittau

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*