Telecamere in cimitero per scoraggiare i ladri

L’amministrazione comunale di Lunamatrona ha recentemente informato la popolazione sulla prossima installazione di alcune telecamere dislocate nel centro abitato; l’obiettivo, ovviamente, è quello di garantire maggiore sicurezza alla popolazione. Il progetto di videosorveglianza, si evince dal portale del Comune, ha avuto un costo di 18 mila euro. Al momento verranno attivate quattro telecamere in altrettanti punti: area del municipio, parco giochi, in prossimità della scuola primaria e presso gli impianti sportivi. Una seconda parte del progetto prevede, nel prossimo periodo, l’implementazione dei punti di monitoraggio; il sistema, infatti, è centralizzato e permette di avere in collegamento sino a trentadue telecamere.

L’iniziativa, secondo vox populi, è lodevole; attraverso quest’ausilio si potrà avere maggiore controllo evitando che non si ripetano quei piccoli atti di vandalismo (non numerosissimi a onor di cronaca) accaduti nel paese negli ultimi tempi. Fra questi vi è una questione che ultimamente sta facendo parlare: si tratta dei ripetuti furti che, da qualche tempo, si stanno verificando nel cimitero comunale. Secondo diverse testimonianze, starebbero venendo a mancare da alcune tombe vasi, piccole statue e accessori di vario tipo. Questi oggetti, pur non essendo spesso di grande valore economico, hanno un significato affettivo importante nel rapporto fra chi ancora è su questa terra e chi, invece, è passato a miglior vita.

Sulla questione c’è chi da una parte auspica venga presto installata una telecamera anche all’interno del cimitero e c’è chi, invece, crede che dinanzi ad atti di tale bassezza ci sia ben poco da fare in quanto vien meno l’educazione, quell’elemento imprescindibile per il quieto e buon vivere nella società. Pertanto, pur comprendendo le ragioni di coloro che chiedono maggior controllo, come si può dar torto a questi ultimi? Quando vengono meno virtù essenziali (e l’educazione è fra queste), si potranno pure installare meccanismi di controllo infiniti che, stiamone certi, qualsiasi strategia adottata diventerà col tempo facilmente aggirabile.

Simone Muscas

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*